Aringhe marinate in limone e aceto

Stacks Image 112

Ingredienti

  • Aringhe fresche
  • Limone
  • Aceto di vino bianco
  • Sale

Procedimento

1

Pulire e sfilettare le aringhe fresche.

Nota

Non è necessario rimuovere la pelle, che verrà ammorbidita dalla marinatura ed è commestibile. Assicurarsi di rimuovere la pinna dorsale tagliandola con una forbice, in modo da rimuovere le lische più coriacee.

2

Preparare una soluzione fatta per metà di aceto di vino bianco e per metà di succo di limone fresco.

3

Aggiungere un pizzico di sale, mescolare bene, e immergere i filetti di aringa nella marinatura così ottenuta

4

Riservare in frigo per almeno un’ora, verificando che la carne dell’aringa abbia assunto una colorazione bianca.

Nota

In questa marinatura, le aringhe si conserveranno in frigorifero per quattro o cinque giorni. Conservandole più a lungo, l’elevata acidità comincerebbe a digerire eccessivamente le proteine trasformando la carne da soda a poltigliosa.

5

Servire con un accompagnamento di insalata, oppure su una fetta di pane di segale integrale o una galletta di cereali integrali di tipo norvegese. In questo caso, le aringhe sono servite su un letto di pak choi crudo e gambo di cipollotto fresco.

Dr. Stefano Vendrame
Nutrizionista, Fulbright Alumnus,
Ph.D. Scienze della Nutrizione

Appunti di cucina

Questa ricetta fa parte del progetto

#PesceAzzurro

Impariamo a cucinare col pesce migliore di tutti, per profilo nutrizionale, protezione dai contaminanti e sostenibilità…

I nostri progetti


Cosa è andato storto nella nostra dieta e come rimediare
Stacks Image 462
Gestione dello Stress
Probiotici e Fermentati
Erbe Selvatiche in Cucina
Cucinare con le verdure crude

Stacks Image 508
Da più di dieci anni, le intramontabili Domande al Nutrizionista. Segui il nostro canale su YouTube!

Stacks Image 516
Vuoi studiare nutrizione in modo più sistematico? Segui il videocorso gratuito Nutrition Steps.

Stacks Image 523