10 modi di usare l'avocado

il blog del nutrizionista

Ricco di ottimi lipidi monoinsaturi, potassio, vitamine e antiossidanti, l’avocado (Persea americana) è un alimento saziante e dal profilo nutrizionale eccellente.

Anche se è un frutto, l’avocado è quasi completamente privo di zuccheri, e grazie alla sua consistenza cremosa e al sapore burroso è estremamente versatile in cucina e si presta a un’infinità di preparazioni alimentari.



1. Guacamole

Non si può che cominciare con questa deliziosa e popolarissima salsa messicana a base di avocado e succo di lime. Cremosa e salutare, la guacamole è infinitamente versatile: è un ottimo accompagnamento per qualunque piatto di carne o legumi, permette di sostituire il burro o la maionese nei panini, e di rendere più appetitose le verdure crude in pinzimonio.
Meglio farla in casa, o sceglierne una fresca senza conservanti. Viene ottima anche con l’avocado scongelato!

2. In insalata

Qualche fetta di avocado pernette di aggiungere un tocco esotico e soprattutto arrotondare il sapore di qualunque tipo di insalata, permettendo di ridurre notevolmente il condimento.

3. Nel panino

Se si aggiunge una fetta di avocado tra gli ingredienti di un panino, la sua consistenza burrosa permette non di fare a meno dell’utilizzo di burro o salse, come ad esempio la maionese, ma anche di rendere pienamente gustosi panini completamente vegani, senza formaggio o salumi,

4. Insieme al salmone crudo

Molto popolare negli uramaki, per il chrashì e il poké hawaiano, quello di avocado e salmone crudo è uno degli abbinamenti più riusciti dal punto di vista del profilo sensoriale che ne risulta. E permette di unire gli ottimi lipidi monoinsaturi dell’avocado agli ottimi lipidi poliinsaturi omega-3 del salmone.

5. Cocktail di gamberetti

Oltre al salmone crudo, l’avocado si sposa bene col pesce in generale. Ad esempio, insieme a gamberetti, una spruzzata di limone e un cucchiaino di salsa aurora come aperitivo.

6. Stuffed

Tagliato longitudinalmente in due metà, l’avocado può essere parzialmente svuotato o anche solo ricoperto sfruttando l’incavo lasciato dal nocciolo, nei modi più creativi e con un risultato visivamente piacevole.
Ad esempio, si può dividere l’avocado in due, togliere il nocciolo, e riempire l’incavo e la superficie con un impasto di formaggino molle, uovo sodo, olive e cipolla. Ne verrà fuori un piatto unico saziante e fresco per un pranzo estivo.


7. Cotto? No grazie!

La’esposizione alle temperature di cottura causa la formazione di un composto amaro e altera la consistenza della polpa. Se deve essere accompagnato a cibi caldi, ad esempio in una frittata, va perciò aggiunto solo al termine o verso la fine della cottura!

8. Come burro vegetale

Un piccolo pezzetto di avocado maturo, o schiacciato con la forchetta, può essere al posto del burro per ungere la padella prima di cucinare. Ad esempio, prima di fare un uovo al tegamino. In questo caso, avendone usata una quantità piccola, il gusto amarognolo sarà stemperato conferendo un tocco esotico e particolare alle nostre ricette.

9. Nei dessert

Anche se l’avocado di suo non è dolce, si presta benissimo alla preparazione di moltissimi deliziosi dessert, come mousse, gelati w cheesecake. Anche in pochissimo tempo: ad esempio, prova semplicemente a frullare avocado, cacao in polvere, un cucchiaino di miele e vanillina per il frosting di un cupcake. Oppure, frulla insieme avocado, latte di cocco e un cucchiaino di miele, e metti in freezer per preparare un ottimo sorbetto sullo stecco.

10. Smoothies

L’avocado si presta anche per preparare o arricchire ottimi smoothies. Ad esempio, prova questa freschissima ricetta estiva con avocado, banana congelata, latte, vaniglia e un cucchiaio di semi di canapa o di chia. Come si prepara? Semplicemente mettendo tutto nel mixer!

di Stefano Vendrame
Nutrizionista, Fulbright Scholar,
Dottore di Ricerca in Scienze della Nutrizione






“banner"




Questo sito web utilizza dei cookie al solo scopo di migliorare l’esperienza di navigazione. Non vengono in alcun modo raccolti o conservati dati che consentano l’identificazione o la profilazione dei nostri visitatori. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.