10 ottime ragioni per bere due litri al giorno

il blog del nutrizionista

Bere fa bene, lo sappiamo tutti. Anche se molto spesso non lo facciamo abbastanza.

A volte qualcuno suggerisce persino che bere molto non sia poi così importante, o sia addirittura dannoso. Completamente falso!

Ecco dieci ottime ragioni per bere due litri di acqua al giorno…



1. Effetto idratante

Bere è il modo principale per compensare le perdite giornaliere di acqua del nostro organismo, e quindi soddisfare il nostro fabbisogno idrico giornaliero. L’acqua è un nutriente di vitale importanza per la nostra sopravvivenza: da forma e struttura alle nostre cellule, è il principale solvente in cui avvengono tutte le reazioni metaboliche del nostro organismo, è il principale mezzo di trasporto e di pulizia del nostro organismo, è indispensabile per la nostra termoregolazione e per la regolazione della pressione del sangue, e serve come lubrificante e cuscinetto protettivo in moltissime parti del nostro corpo.

2. Effetto termogenico

Bere in abbondanza ha un effetto termogenico. Bere di più consente cioè di accelerare il metabolismo, perché quando le cellule sono disidratate rallentano ogni attività metabolica. E quindi chi è perennemente semi-disidratato è più propenso all’accumulo di grasso, oltre a sentirsi stanco e sfibrato. La digestione rallenta, fegato e reni rallentano. Inoltre, se beviamo acqua fredda aumentiamo ulteriormente il metabolismo basale perché il corpo deve bruciare di più per riportare in alto la temperatura.

3. Effetto drenante e anti-cellulite

Bere in abbondanza ci consente di combattere la ritenzione idrica. Perché quando c’è poca acqua, l’organismo la trattiene, ma non dove piace a noi. Bere quindi ha effetto diuretico, drenante, anti-cellulite e anti-gonfiore. Bisogna bere acqua per eliminarla!

4. Effetto detox

Bere ha effetto detossificante. Perché aumentando la produzione di urina, e consentendo una sudorazione adeguata, ci consente di eliminare più facilmente dal corpo le tossine e le sostanze di scarto. Quindi bere di più ripulisce il corpo, aiuta il lavoro di detossificazione di tutte le cellule del nostro organismo, mantiene la pelle pulita e idratata. Ricordiamoci sempre che la crema idratante migliore di tutte è bere molta acqua!

5. Pulizia delle vie urinarie

Bere in abbondanza ripulisce le vie urinarie. Aumentando la produzione di urina, si evita infatti la stagnazione e proliferazione di batteri nelle vie urinarie, riducendo il rischio di infezioni, e riducendo il rischio di calcoli. La convinzione che fare tanta pipì affatichi i reni è completamente infondata. Salvo malattie renali gravi, è esattamente il contrario: i reni fanno meno fatica a filtrare il sangue se è più diluito.

6. Effetto anti-infiammatorio

Bere ha effetto anti-infiammatorio, perché una semi-disidratazione delle cellule attiva il fattore di trascrizione Nf-kB, e quindi la produzione di sostanze pro-infiammatorie che aumentano il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e tumori.


7. Bilancio degli elettroliti

Sodio, potassio, cloro e bicarbonato sono i principali elettroliti che consentono il corretto svolgimento della funzione nervosa e muscolare, di mantenere il bilancio acido-base e il bilancio idrico nei vari comparti del nostro organismo (nel sangue, dentro le cellule o nello spazio tra di esse). Contenendo elettroliti, bere acqua a sufficienza aiuta il nostro organismo a mantenere più facilmente tale bilancio.

8. Regolarità intestinale

Bere in abbondanza aiuta la regolarità intestinale, perché quando l’organismo è marginalmente disidratato cerca di recuperare acqua in ogni modo possibile, e quindi ne riassorbe più che può anche dal colon, lasciando le feci più asciutte e quindi promuovendo stitichezza.

9. Effetto saziante

Bere in abbondanza ha anche effetto saziante. Quando si chiede ai partecipanti di uno studio di bere quattro o cinque bicchieri di acqua in più rispetto a quanto sono abituati, a fine giornata si osserva che hanno introdotto meno sodio, meno zuccheri e meno calorie in totale. Non si sa esattamente se ci siano altre ragioni, ma la spiegazione più semplice è che, banalmente, avendo lo stomaco pieno hanno meno fame e si saziano prima.

10. Evita i pericoli della disidratazione

Se le perdite di acqua non sono compensate da quella che reintroduciamo bevendo, l’organismo si trova rapidamente in una pericolosa condizione di disidratazione. I primi sintomi di disidratazione sono la secchezza della pelle e della lingua, poi ansia, palpitazioni e vertigini causate dalla diminuzione della pressione, poi affaticamento, stanchezza, letargia, mal di testa, e dolori articolari e muscolari.

Anche senza arrivare a conseguenze così evidenti, se siamo abituati a bere poco condanniamo comunque il nostro organismo a vivere perennemente in una situazione di leggera disidratazione, e tutto l’elenco di vantaggi che abbiamo visto prima si trasforma nell’esatto opposto: metabolismo lento, accumulo di tossine, ritenzione idrica, cellulite, stitichezza, rischio di infezioni delle vie urinarie e calcoli renali, e un effetto pro-infiammatorio.

Conclusione

Bere è il modo principale per compensare le perdite giornaliere di acqua del nostro organismo, mantenendoci in vita. Per compensare tali perdite, in genere è sufficiente bere un litro e mezzo di acqua al giorno. Tuttavia, in molte situazioni le nostre perdite d’acqua sono superiori: nel dubbio, meglio cercare di arrivare a due litri al giorno. Bere in leggero eccesso rispetto al fabbisogno, infatti, come abbiamo visto, permette di godere di tutta una serie di vantaggi rispetto a chi è sempre marginalmente disidratato.

di Stefano Vendrame
Nutrizionista, Fulbright Scholar,
Dottore di Ricerca in Scienze della Nutrizione






“banner"




Questo sito web utilizza dei cookie al solo scopo di migliorare l’esperienza di navigazione. Non vengono in alcun modo raccolti o conservati dati che consentano l’identificazione o la profilazione dei nostri visitatori. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.